sabato 14 marzo 2015

Alessio/Alessia parte 2. Sentiamo come procede..


1) ti ha sorpreso il clamore suscitato dal nostro post precedente?
Mi ha sorpresa in parte, ero sicurissima che sarebbe stato visualizzatissimo, ma non al punto da avere due articoli sul Corriere di Maremma. E anzi, già che ci sono ci tengo a precisare, dato che proprio per questo sono stata criticata , io non ho rilasciato alcuna intervista. (a noi si, ndr)

2) pensi si tratti di una sana curiosità su un tema effettivamente sensibile, o una roba un po' morbosetta?
Credo che un pò sia per curiosità, il voler sapere. L'uomo è istintivamente curioso, cerca sempre risposte a ciò che non sa, in questo caso il tema che mi riguarda.

3) secondo te sarebbe stato lo stesso se avessimo parlato di un trans donna-uomo, e a Orbetello ne abbiamo?
Credo che non sarebbe stato lo stesso,e ti spiego perchè.
Primo perchè sono una persona conosciuta nel bene o nel male, e secondo perchè non c'è tanta informazione riguardo il passaggio FtM (
female to male, da femmina a maschio, ndr)
Si che ne abbiamo,un mio amico sta facendo questo percorso, è un ragazzo Ftm ed è seguito a Firenze.
E' una bella forza averlo vicino.

4) sei stata testimone di reazioni negative al tuo desiderio di palesare pubblicamente questo tuo percorso?
Si e no. La nostra intervista ha si suscitato un certo scalpore ma il top dei commenti si è scatenato con la prima pagina del quotidiano.
Sono convinti che io sia stata strapagata
(con quali soldi, di grazia: con quelli del Corriere di Maremma? Stavi fresca.. ndr) e che abbia rilasciato quell'intervista per farmi pubblicità (pubblicità? C'e un prodotto in vendita? Dobbiamo metterti su Loveshopping? ndr) quando sai benissimo anche tu che il mio è un voler mandare un messaggio, dare informazioni, fare un po' di chiarezza.
Non mi è sfuggito nulla di mano,ci tengo solo ad aiutare chi per anni non ha trovato la sua strada e sono felicissima che dopo la tua intervista tante persone mi hanno cercata per aiutarli, indirizzarli.


4) Come procede? Che novità ci sono riguardo a ciò di cui abbiamo parlato in "C'è una nuova ragazza in città"?
Il mio percorso procede alla grande, ho concluso la fase dei colloqui di supporto psicologico ,ho iniziato a sottopormi alle analisi che costituiscono in: mappa cromosomica, visita addome e urogenitale, indagine psichiatrica, analisi del sangue ed elettrocardiogramma.
Sono in attesa dei risultati e della relazione che ne consegue per poi andare direttamente dall'endocrinologo ed iniziare la cura ormonale.
Al centro Saifip (
Servizio per l'adeguamento dell'identità fisica ed identità psichica, ndr)  mi sono trovata benissimo, a confronto di tanti altri ragazzi che non ne hanno tratto una buona esperienza.
Ho riscontrato un bel calore e tanta sensibilità,almeno nei miei confronti.
Quindi adesso aspetto i risultati e tra pochissimi mesi (due al più tardi) inizierò la cura ormonale.




5) pensi mai che un giorno potresti pentirti di esserti spinta troppo oltre? Sei stata trattata da maschio per tutta la tua esistenza, non si tratta esattamente di un cambio di pettinatura. In molti casi è successo che quel "bambino" tornasse a bussare..
Sono fermamente convita della mia decisione, che non ho preso dal giorno alla notte, impiegando anni per metabolizzarla ed accettarla.
E ti posso dire che non ho mai vissuto un periodo così in pace con me stessa, ho scoperto la tranquillità e la serenità.
Prima c'era in me qualcosa che mi rendeva triste, nervosa, in un costante stato di disagio.
Ora ho trovato la mia strada e sono felice.
Quel bambino non è mai esistito. Diciamo che si trattava di una bambina camuffata.


6) pensi mai che un percorso meno "definitivo" potrebbe essere una soluzione più agevole? Tipo, un periodo di rodaggio, passami il termine da "Donne & Motori"..
Assolutamente no, perchè io non convivo bene con quella "virgola", non mi fa sentire al cento per cento la donna che sono.
Persino andare al bagno ed abbassare lo sguardo fa male.
La cosa in tutto questo percorso che magari potrà ferirmi di più è il non poter avere un figlio da portare in grembo. Sarebbe una bella sensazione. Ma aimè non si può avere tutto.
Ho anche scelto di rinunciare a congelare lo sperma perchè se un giorno riuscissi vorrei adottarlo. Ci sono tanti bambini che hanno bisogno d'amore e io sono sicura di potergli dare tanto amore.


7) e cosa diresti alle transessuali (la stragrande maggioranza) che sostengono che con la scelta irreversibile viene a mancare il principale motivo di attrazione proprio da parte degli uomini che a quel punto possono agevolmente scegliere una "donna vera", un po' meno sovrastrutturata, e che comunque si può benissimo essere donne a pieno titolo pure con "quello"?
Direi che a quel punto lo fanno solo per attirare gli uomini, a me non è esattamente quello che motiva me In primis  a me interessa stare in pace con me stessa e che la mia anima rispecchi il mio corpo.
Non c'è nessuna differenza tra noi e una donna "vera". Non possiamo concepire? E quante donne ci sono che non possono a loro volta? Tantissime.
Io voglio condurre una vita normalissima, al di fuori di ogni "trasgressione".
Ma posso anche dirti che tante ragazze tengono la "virgola" per lavorare. E visto le predilizioni dei clienti (
eterosessuali o dintorni, ndr) decidono di non dare un taglio netto. Pura opportunismo.
Un uomo deve innamorarsi di me non per un fatto estetico. Deve innamorarsi della mia anima, dell'Alessia Vittoria che c'è dentro di me. 


E presto anche fuori, no? Sennò tutto sto strapazzo per cosa? Ci aggiorniamo..


Nessun commento:

Posta un commento

Orbetellove si riserva la facoltà di rimuovere commenti non in sintonia con la mission e le caratteristiche del blog.